Allievo della prestigiosa bottega di Girolamo Zenti e figura di spicco della scuola Romana. Della sua produzione restano alcuni esemplari e quello qui presentato è una recente scoperta confermata dall’analisi delle cornici esattamente coincidenti con lo strumento conservato allo Smithsonian Museum di Washington. Il confronto è stato eseguito dallo specialista Denzil Wright, ideatore di questo preciso sistema di riconoscimento e da lui inserito nel catalogo dell’autore. Lo strumento è il tipico modello italiano del barocco con due registri da 8’, cassa in cipresso e tavola armonica in abete.

LUNGHEZZA 200cm
ESTENSIONE C/E – c (ottava bassa corta e spezzata)

Share This